IVA nonsense


Pagare le tasse, pagare tutti, non è un utopia contro l’evasione fiscale, ma una realtà di tutti i giorni, vissuta da ogni cittadino, ricco o povero, persino indigente, che quando si recherà presso un alimentari ad acquistare quel minimo di sussistenza per vivere, pagherà una quota, se pur minima, gravata da una strana tassa, denominata con un acronimo che ricorda un nome di donna: IVA, Imposta sul Valore Aggiunto.

Ironia della sorte, il paese che tanto sottovaluta il sesso femminile, quando deve dare e imporre un Valore Aggiunto alle cose, lo chiama come una donna.

Ma le contraddizioni non finiscono al nome della tassa; infatti, come tutti saprete, da qualche tempo, a fronte dello spreco di carta in un’epoca in cui si dovrebbe risparmiarla, gli scontrini, che tra parentesi sono di una carta nemmeno riciclabile, si sono allungati a dismisura, per contenere, oltre le cifre del conto, anche la specifica dell’IVA per ogni alimento acquistato.

Così, uno come me, che mangia minimalista e frugale, spende per una spesa di 5 giorni, € 22.44, ne paga € 1.90 di IVA.

Quando i conti dello Stato non tornano, si parla di “clausole di salvaguardia” comprendenti l’aumento dell’IVA, la crisi economica conseguente al Coronavirus ha fatto discutere attorno alla proposta di un abbassamento dell’IVA, ma la cosa divertente è il sistema cervellotico con cui viene applicata l’imposta. 

Tornando alla mia spesa, ho comprato uno yogurt che ha il 10% di IVA, uno stracchino che ne ha il 4% ed il parmigiano che ne ha il 10%; 3 prodotti derivanti dalla lavorazione del latte con 2 aliquote diverse, perché?

Passando all’ortofrutta: kiwi 4%, pomodori, nientemeno, 22%, capperi 4%.

Infine, filetti di sgombro 10%.

Follia? Tutto ha una spiegazione, condivisibile o meno, ma qual’è quella che sottostà alla scelta del Valore Aggiunto dell’IVA commestibile ma indigesta, degli alimenti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.