Il Paese che vogliamo, l’Agriturismo per il rilancio delle aree interne


Il turismo mondiale, prima del Covid, era in costante crescita, ma anche insostenibile per gli impatti ambientali e sociali causati dall’aumento esponenziale del flusso dei viaggiatori.
L’Assemblea annuale di «Turismo Verde», Associazione Agrituristica di Cia-Agricoltori Italiani (vai al sito), che si tiene mercoledì 7 ottobre, riparte da qui, riparte da qui, con una riflessione sull’attuale scenario e sulle vie ora percorribili per il rilancio del settore, metabolizzando il lockdown e ripensando, da subito, la promozione dei territori.
È necessario, allora, guardare ad un turismo diverso e figlio dell’emergenza, che rispetti le regole anti-Covid ma, allo stesso tempo, rimetta anche in moto la macchina di un settore che vale il 13% del Pil nazionale.
A poterne sostenere la ripresa, come dimostrano gli ultimi mesi, fatti di molti ritorni nei piccoli centri e una maggiore predilezione per la vita all’aria aperta, è la valorizzazione delle aree rurali e delle tradizioni regionali, incentivando le comunità locali, l’agricoltura e le attività agrituristiche.
Asset sempre più strategici alla rinascita delle aree interne che Cia ha messo al centro de «Il Paese che Vogliamo» progetto avviato già a fine 2019.
Per «Turismo Verde-Cia» che oggi conta 4.500 Agriturismi da Nord a Sud Italia, è dunque urgente un’inversione di tendenza da parte del settore ricettivo italiano che tra l’altro, più di tutti, sta pagando a caro prezzo gli effetti della pandemia, con perdite fino al 60% del fatturato.
All’interno di tale scenario, il turismo esperienziale e “lento”, si conferma il motore trainante, perché anche sostenibile e più attento alla salvaguardia dell’ambiente, delle tradizioni e della cultura dei luoghi. Fondato sull’economia delle relazioni umane e di prossimità, sulla forza della cooperazione nelle aree rurali e su quel dialogo tra istituzioni, enti, associazioni e parti sociali che Cia ha intrapreso con la sua iniziativa per le aree interne. In tal senso, «Turismo Verde» amplifica attraverso gli Agriturismi associati, le azioni e l’impegno di Cia sul territorio e in particolare fuori dalle città, nei centri abitati più difficili da raggiungere, dove cura le relazioni con: agricoltori e realtà agrituristiche; istituzioni pubbliche, dalle Regioni ai Comuni; con Enti Parco e aree naturali; associazioni e operatori museali.
Infine, anche con guide e operatori turistici sostenitori dello “Slow Tourism” tra passeggiate a cavallo, trekking in montagna e percorsi in bicicletta.
Esperienze da affiancare alla riscoperta di piatti tipici della cucina contadina e regionale, assaporati a diretto contatto con i produttori agricoli, custodi del territorio e delle sue tradizioni culturali ed enogastronomiche.
Continuare su questa strada è l’obiettivo di «Turismo Verde-Cia» che, sin dall’inizio dell’emergenza Covid, ha risposto proattivamente con i suoi Agriturismi e le Fattorie Didattiche presenti in tutta Italia, alle iniziative del Governo per contenere la diffusione del virus, ma anche per sostenere la ripresa socioeconomica del Paese.
Fare sistema tra associazioni e istituzioni, promuovere anche nel settore Agrituristico, la definizione di nuovi modelli di business più adeguati al cambiamento indotto dalla pandemia, rappresentano per l’Associazione Agrituristica di Cia, azioni su cui costruire un piano di sviluppo reale del territorio locale, che ne riconosca e incoraggi gli aspetti distintivi.
A tal fine, il Governo incentivi progetti e iniziative imprenditoriali che siano in grado di rispondere concretamente alle esigenze del nuovo Cittadino/Turista, ma anche capaci di sostenere la ripartenza del settore in chiave innovativa e sostenibile.

Per seguire la diretta clicca qui sotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.