Cos’è il ritratto artistico di un luogo


Ogni luogo, ogni territorio, come una bella donna, meritano di avere un bellissimo ritratto attraverso il quale innamorarsi, fieri e pieni di sensi e sensualità, come nei loro tempi migliori.
Il ritratto contemporaneo inspirato dal genius loci è un’esperienza unica, emozionale ed emozionante.
Un’emozione, un’esperienza, un’attenzione, uno sguardo autentico che ciascun luogo e territorio si merita.
Perché ogni luogo, anche il più piccolo ed appartato, merita di avere un bellissimo ritratto di cui innamorarsi, un ritratto che parli di lui, un ritratto che fa emergere la bellezza che è espressione dell’anima.
Adoro rivelare e raccontare la bellezza femminile dei paesaggi urbani, naturali, antropizzati, sensibili.
Mi piace aiutare i territori ad entrare in connessione con il mondo, con il proprio charme, la propria essenza, mostrando, attraverso i miei ritratti, la loro luce interiore.
Sono ispirato dalla forza femminile e dalla bellezza, che sono identitarie materiali ed immateriali e che si sprigionano da ogni paesaggio.
La bellezza è presente e visibile in ogni luogo, spesso nascosta allo sguardo superficiale e frettoloso dei più.
Quando è stata l’ultima volta in cui abbiamo percorso un territorio, visitato un luogo, con il solo scopo di contemplarne la bellezza?
Il mio lavoro consiste nel rivelare la bellezza, presente ovunque.
Essere fotogenico, per un luogo non è cosa scontata: talvolta, a causa della mano dell’uomo, una grave responsabilità, ha imbrattato con brutture il bel viso di un borgo o di un paesaggio; allora il mio compito è muovermi con lentezza, praticando pause estatiche ed estetiche, viverli con i 5 sensi + 2 cuore e cervello, aggirandomi alla ricerca dell’angolo di vista e della luce migliori per rendere visibile ciò che è nascosto agli occhi ma visibile al cuore.
Vorrei aiutare tutti ad entrare in connessione con la bellissima penisola che è, che era e sempre sarà.
Sono l’empatia e l’emozione che scatenano la scintilla, è il rapporto intimo e solitario che cerco di creare con i luoghi che fotografo che compie la magia.
Essere fotografati da me significa affidarsi alla sensibilità ed empatia di un fotografo capace di mettere i luoghi che fotografo a proprio agio, capace di entrare in sintonia con loro, in uno spazio in cui possono essere se stessi, capace di vedere non solo con gli occhi ma con il cuore, capace di coglierne l’essenza.
Si crea un rapporto di fiducia, una connessione e legame che mi permette di leggere la personalità, sentire le emozioni e comprendere lo stato d’animo; c’è intesa, comprensione e complicità, partecipazione e condivisione.
Quello che conta è lasciar trasparire qualcosa di sé ed essere autentici, fidarsi e lasciarsi conquistare.
Ogni volta è un’occasione speciale per avere bellissime foto di architetture e paesaggi.

Per approfondire il tema vi consiglio di leggere il saggio di Salvatore Santuccio (Università degli Studi di Camerino)

Viaggio e Paesaggio. L’esperienza nel Carnet de Voyage

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.