Archivio della categoria: Fotografia

Intervista a Jean-François Chevrier – teorico dell’immagine – in occasione della mostra del “dadasophe” Raoul Hausmann a Parigi

Questo è un estratto dell’intervista di Stefano Chiodi per il quotidiano il Manifesto, a Jean-François Chevrier in occasione della mostra del “dadasophe” Raoul Hausmann a Parigi, Jeu de Paume, il teorico francese dell’immagine spiega il suo principio di fotografia «non autoritaria»:

Vota:

Intervista a Jean-François Chevrier – teorico dell’immagine – in occasione della mostra del “dadasophe” Raoul Hausmann a Parigi

Questo è un estratto dell’intervista di Stefano Chiodi per il quotidiano il Manifesto, a Jean-François Chevrier in occasione della mostra del “dadasophe” Raoul Hausmann a Parigi, Jeu de Paume, il teorico francese dell’immagine spiega il suo principio di fotografia «non autoritaria»:

Vota:

William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una città industriale

William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una Città Industriale è la bella e importante mostra di fotografia aperta al MAST.GALLERY di Bologna fino al 16 settembre 2018. William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una città industriale è fotografia americana degli anni

Vota:

William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una città industriale

William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una Città Industriale è la bella e importante mostra di fotografia aperta al MAST.GALLERY di Bologna fino al 16 settembre 2018. William Eugene Smith: Pittsburgh, Ritratto di una città industriale è fotografia americana degli anni

Vota:

André Kertész. Un grande maestro della fotografia del Novecento

Palazzo Ducale di Genova presenta dal 24 febbraio al 17 giugno una grande retrospettiva, curata da Denis Curti, su uno dei maggiori fotografi del XX secolo: André Kertész. Qualsiasi cosa noi facciamo, Kertész l’ha fatto prima Henri Cartier-Bresson Di Andrè

Vota:

André Kertész. Un grande maestro della fotografia del Novecento

Palazzo Ducale di Genova presenta dal 24 febbraio al 17 giugno una grande retrospettiva, curata da Denis Curti, su uno dei maggiori fotografi del XX secolo: André Kertész. Qualsiasi cosa noi facciamo, Kertész l’ha fatto prima Henri Cartier-Bresson Di Andrè

Vota:

Manifesto Fotografi

In continuità con la lezione e il lascito della classicità e dei movimenti e associazioni artistiche e fotografiche della prima metà del ‘900, esperienze e idee che hanno animato il dopoguerra italiano e dei fotografi a loro aderenti, alcuni diventati

Vota:

Manifesto Fotografi

In continuità con la lezione e il lascito della classicità e dei movimenti e associazioni artistiche e fotografiche della prima metà del ‘900, esperienze e idee che hanno animato il dopoguerra italiano e dei fotografi a loro aderenti, alcuni diventati

Vota:

Lo Stato Italiano riconosce finalmente l’esistenza della fotografia, emanando un Piano strategico di sviluppo

1839 nasce la fotografia (precisamente il 7 gennaio, data dell’annuncio ufficiale), quando cioè lo studioso e uomo politico François Jean Dominique Arago, eletto deputato nel 1830, spiegò nei dettagli all’Accademia di Francia (richiedendo poi anche un contributo economico per l’autore) 2018 la

Vota:

Lo Stato Italiano riconosce finalmente l’esistenza della fotografia, emanando un Piano strategico di sviluppo

1839 nasce la fotografia (precisamente il 7 gennaio, data dell’annuncio ufficiale), quando cioè lo studioso e uomo politico François Jean Dominique Arago, eletto deputato nel 1830, spiegò nei dettagli all’Accademia di Francia (richiedendo poi anche un contributo economico per l’autore) 2018 la

Vota:

Viaggio e Fotografia gemelli diversi

Quando quarant’anni fa decisi di essere fotografo, lo feci per il gusto e l’entusiasmo di viaggiare vedere raccontare con le immagini, i luoghi che andavo conoscendo. Allora iniziò la mia passione per l’Italia soprattutto del Sud.  Qualche volta con la

Vota:

Viaggio e Fotografia gemelli diversi

Quando quarant’anni fa decisi di essere fotografo, lo feci per il gusto e l’entusiasmo di viaggiare vedere raccontare con le immagini, i luoghi che andavo conoscendo. Allora iniziò la mia passione per l’Italia soprattutto del Sud.  Qualche volta con la

Vota:

Fotografia linguaggio per tutti arte di pochi

Diceva Ennio Flaiano, a ragione: la fotografia adesso si fa leggere, più che guardare; era il tempo dei nuovi rotocalchi, giornali popolari ricchi di immagini. Oggi si può affermare che la fotografia ci fa raccontare tutto ma senza vivere e

Vota:

Fotografia linguaggio per tutti arte di pochi

Diceva Ennio Flaiano, a ragione: la fotografia adesso si fa leggere, più che guardare; era il tempo dei nuovi rotocalchi, giornali popolari ricchi di immagini. Oggi si può affermare che la fotografia ci fa raccontare tutto ma senza vivere e

Vota: