Lazio: Formello

Dopo aver percorso il GRA Raccordo Anulare, svolto per la Cassia Veientana (Cassia bis) in direzione Viterbo; a poco meno di un’ora di viaggio, imboccato il viale Regina Margherita, costeggiato sulla sinistra da costruzioni recenti, mi appare sulla destra il fianco del

Vota:

Lazio: Formello

Dopo aver percorso il GRA Raccordo Anulare, svolto per la Cassia Veientana (Cassia bis) in direzione Viterbo; a poco meno di un’ora di viaggio, imboccato il viale Regina Margherita, costeggiato sulla sinistra da costruzioni recenti, mi appare sulla destra il fianco del

Vota:

Fotografare Architetture e Paesaggi Urbani, tra città e periferie

“… nell’indifferenza della politica e dell’architettura colta, un pulviscolo di manufatti solitari ha letteralmente invaso il nostro territorio, spargendosi lungo le strade e i bordi delle città compatta, unendo centri urbani un tempo distinti, arrampicandosi lungo i declivi e arrivando

Vota:

Fotografare Architetture e Paesaggi Urbani, tra città e periferie

“… nell’indifferenza della politica e dell’architettura colta, un pulviscolo di manufatti solitari ha letteralmente invaso il nostro territorio, spargendosi lungo le strade e i bordi delle città compatta, unendo centri urbani un tempo distinti, arrampicandosi lungo i declivi e arrivando

Vota:

Lazio: Barbarano Romano

Barbarano Romano è un affascinante borgo medioevale di origine etrusca, di poco più di mille abitanti a 28 chilometri da Viterbo che sorge arroccato su di un’alta rupe di roccia vulcanica sopra un pianoro tufaceo, di forma triangolare. Due dei

Vota:

Lazio: Barbarano Romano

Barbarano Romano è un affascinante borgo medioevale di origine etrusca, di poco più di mille abitanti a 28 chilometri da Viterbo che sorge arroccato su di un’alta rupe di roccia vulcanica sopra un pianoro tufaceo, di forma triangolare. Due dei

Vota:

G7 AMBIENTE: Agricoltura italianapiù green d’Europa

L’agricoltura italiana è diventata la più green d’Europa con il maggior numero di certificazioni alimentari a livello comunitario per prodotti a denominazione di origine Dop/Igp, la leadership nel numero di imprese che coltivano biologico, ma anche la minor incidenza di

Vota:

G7 AMBIENTE: Agricoltura italianapiù green d’Europa

L’agricoltura italiana è diventata la più green d’Europa con il maggior numero di certificazioni alimentari a livello comunitario per prodotti a denominazione di origine Dop/Igp, la leadership nel numero di imprese che coltivano biologico, ma anche la minor incidenza di

Vota:

Geografia madre della nostra identità

Amiamo la Geografia perché la nostra vita non diventi un non luogo. A questo serve la Geografia, parte integrante dell’individuo, che, per vivere responsabilmente e consapevolmente, si deve chiedere chi sono, dove sono, dove vado. Quanti bambini ragazzi adulti non

Vota:

Geografia madre della nostra identità

Amiamo la Geografia perché la nostra vita non diventi un non luogo. A questo serve la Geografia, parte integrante dell’individuo, che, per vivere responsabilmente e consapevolmente, si deve chiedere chi sono, dove sono, dove vado. Quanti bambini ragazzi adulti non

Vota:

Anziani Mietitori di Jenne

La storia degli abitanti di Jenne, paese arroccato su uno sperone di roccia sulla valle dell’Aniene poco sopra del Sacro Speco di San Benedetto, grumo di case con 366 abitanti nel cuore del parco dei monti Simbruini, è, da sempre,

Vota:

Anziani Mietitori di Jenne

La storia degli abitanti di Jenne, paese arroccato su uno sperone di roccia sulla valle dell’Aniene poco sopra del Sacro Speco di San Benedetto, grumo di case con 366 abitanti nel cuore del parco dei monti Simbruini, è, da sempre,

Vota:

Lazio: San Felice Circeo

San Felice Circeo si trova nell’agro Pontino, a circa 100 km a sud di Roma ed il suo territorio ha un’estensione di 3.139 ettari (cedette a Sabaudia alla sua fondazione 690 ettari di terreno boschivo – in cambio gli vennero

Vota:

Lazio: San Felice Circeo

San Felice Circeo si trova nell’agro Pontino, a circa 100 km a sud di Roma ed il suo territorio ha un’estensione di 3.139 ettari (cedette a Sabaudia alla sua fondazione 690 ettari di terreno boschivo – in cambio gli vennero

Vota: